Geologia - La valle del Drago

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Geologia

La Valle Brembana risulta essere assolutamente “attrattiva” dal punto di vista geologico (Scienza che studia l'origine, la storia, la morfologia e la costituzione della Terra) e paleontologico (Disciplina che studia i resti fossili di organismi vegetali e animali, ricostruendone la morfologia, l'origine e l'evoluzione); come spunto introduttivo, proponiamo stralcio di un testo pubblicato in web dal MUSEO NATURALISTICO di VALNEGRA, che consente di calarci immediatamente nell’argomento:

Circa 350 milioni di anni fa, sull'antica superficie terrestre prendono vita le rocce che costituiranno la Valle Brembana.. Sull'area emersa la catena montuosa precedente è ormai completamente smantellata e il paesaggio, forse simile al nostro, si trasforma rapidamente. I movimenti profondi del mantello provocano fratture nella crosta terrestre e la risalita del magma dà origine ad un'attività vulcanica intensa. Dal cratere del vulcano si genera un lago vasto e profondo, dove i fiumi impetuosi che scorrono da est e da sud, riversano una grande quantità di sedimenti. Successivamente, durante un lungo periodo di clima secco e arido, sul bacino lacustre si stende una spessa coltre di detrito. Avviene in seguito un episodio che condizionerà parecchio il paesaggio attuale della Valle: da est avanza il mare, sempre più profondo e si manifestano anche episodi di emersione del fondo marino. Dallo scontro tra la zolla africana e quella europea ha inizio il processo orogenetico, che culminerà con la nascita della catena alpina e naturalmente della montagna orobica. Possiamo leggere l'intero percorso sopra descritto anche sul territorio dell'Alta Valle Brembana.

Trattandosi di materia estremamente affascinante ma complessa, ci limitiamo a proporre alcuni documenti (o parte degli stessi) che offrono una prima indicazione "didattica" relativa all'inquadramento geologico di località prospicenti il rifugio, quali un territorio boschivo denominato "GHEGNA" e la VALLE DEL DRAGO (da cui trae nome il rifugio stesso).

NOTIZIE SU I FOSSILI DELLA LUMACHELLA TRIASICA DI GHEGNA IN VALSECCA DI RONCOBELLO
la caratteristica di questo testo consiste nel fatto che risale al 1911 ed è stato da noi “recuperato” grazie alla “Societa’ Geologica Italiana-centro di documentazione”
Vedi allegato

ISPRA
Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale
Servizio geologico d'italia
Vedi allegato

ENCICLOPEDIA TRECCANI
Vedi allegato

E’ nostro preciso interesse  sviluppare tale argomento, proponendo momenti di aggregazione mirati alla conoscenza, da sviluppare attraverso mostre e dibattiti ma soprattutto organizzando “escursioni guidate” nelle località maggiormente interessate da tali fenomeni evolutivi.

Torna ai contenuti | Torna al menu