La storia - La valle del Drago

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

La storia

L'edificio che ospita il Rifugio Escursionistico "La Valle del Drago" appartiene alla storia di Baresi, così come colui che lo fece costruire negli anni '30 del '900: Samuele Gervasoni, panettiere nato e vissuto a Baresi e morto ultracentenario nel 2004. Samuele con il garzone "Piccolo" ed il suo asinello tutti i giorni porta il pane a Roncobello e a Bordogna, poi compra la Balilla e infine quando arriva il miracolo economico col suo forno si trasferisce a Roncobello. All'inizio degli anni '60 subentrano i Giustì, che a Baresi già gestivano una trattoria con alimentari, e aprono un bar. Dopo qualche anno l'intero edificio viene rilevato da Renzo "Cornèla" di Roncobello che con la moglie Gemma avvia un'attività di pensione con bar e cucina orientata specialmente alla preparazione di selvaggina. All'inizio degli anni '70 il fabbricato viene posto in vendita da Samuele e viene acquistato dalla Parrocchia di S. Magno di Legnano che lo utilizza come casa vacanze ampliandolo ed aggiungendo la veranda. Nel 2003 la Parrocchia di S. Magno ne decide la cessione e nel 2005 un gruppo di "Baresài" residenti e originari, costituiscono una società che acquista l'immobile con un preciso progetto: dotare Baresi di una struttura ricettiva che oltre ad ospitare escursionisti e turisti, costituisca un sito di riferimento per residenti e offra servizi di carattere sociale ed educativo.

Torna ai contenuti | Torna al menu